Home Bijoux e storia Il Turchese – Pietra dei bijoux

Il Turchese – Pietra dei bijoux

by Kat
Tempo di lettura: 3 minuti

Il Turchese nella storia – La pietra dei bijoux

Il valore per gli Egizi

Fra le tante pietre semipreziose il Turchese è la più usata e ricercata sin dall’antichità. È risaputo che il reperto con questa pietra più datato è un bracciale risalente a circa 8.000 anni fa, ritrovato al polso di una mummia in un sarcofago egizio.

Usata come pietra preziosa, era di grande importanza per gli Egizi. Cleopatra stessa si ornava di monili in Turchese per essere protetta dai sortilegi e per essere vegliata sul suo trapasso nell’aldilà. Gli antichi egizi erano favoriti dalla stessa presenza in loco della pietra. Infatti attingevano al prezioso minerale presso una miniera nel Sinai. Si racconta che questa pietra preziosa abbia poteri sovrannaturali tali da riuscire ad avvertire, con il cambio di colore il proprietario, se quest’ultimo si fosse trovato in situazioni di pericolo.

L’importanza per i Navajo

I Navajo, tribù degli indiani d’America, usavano ornare i loro copricapo di piume d’aquila e Turchese. Portavano collane e orecchini per essere protetti dallo spirito della pietra, ed essendo bravissimi artigiani, lavoravano l’argento mescolato al Turchese ricavandone monili di estrema bellezza. Anche nelle loro case (vivevano in tende dette Hogan) e nelle tombe la presenza del Turchese era immancabile perché’ identificavano in questa pietra preziosa naturale, il tramite fra cielo e terra.

L’uso per i Maja e gli Inca

Tracce di questa pietra preziosa naturale sono state rinvenute presso i Maja e gli Inca i quali si ornavano di Turchese durante i riti propiziatori e sacrificali. Anche questi popoli come i nativi d’America, attribuivano a quesa pietra poteri spirituali.

Pietra di Turchese blu al naturale

Pietra di turchese blu al naturale – Foto tratta da pixabay.com – Autore Pasja

 Minerale naturale

Il Turchese è un minerale naturale rar a sistema triclino, cioè il sistema a più basso grado di simmetria. Infatti i cristalli dei minerali appartenenti a questo sistema, hanno come caratteristica la sola presenza del centro di simmetria. La provenienza è da attribuire a paesi come Iran, Egitto, Afghanistan, Messico e Australia. In Europa lo ritroviamo in Francia e Gran Bretagna. E’ un minerale di prevalente colore blu-azzurro con varianti di tipo verde, bianco e viola. Assume la caratteristica del colore blu quando è presente l’elemento rame, mentre assume il colore verde quando vi è presenza di ferro. Viene generalmente estratto dalle spaccature di rocce alterate e si presenta in masse opache di colore verde-celeste. Viene usato come pietra preziosa, tagliata a superficie curva o piana, per creare gioielli e bijoux, e si presta bene anche per essere incastonata in oggetti di arredo.

Pietra dello spirito

La cristalloterapia attribuisce al Turchese un forte valore spirituale. L’energia che emana, aiuta a comunicare la verità perché’ aumenta la capacità di esprimersi e l’autostima. Infonde la sensazione di serenità ed armonia tra corpo e mente. Può essere dunque definito un anti depressivo naturale. Sul piano fisico ha effetto rigenerante e tonificante. Dotato di qualità antinfiammatorie può aiutare nella cura delle malattie della parte alta del corpo come, orecchie, occhi e gola. Benefico anche per il sistema respiratorio. E’ un anti-stress per eccellenza, oltre che a prevenire sbalzi di umore, protegge e funge da scudo a qualsiasi tipologia di negatività.

Orecchini in perle di turchese da 12mm su base circolare lavorata

Orecchini in perle di turchese da 12mm su base circolare – Bijoux The Kat bijoux

E allora indossiamo orecchini in Turchese se vogliamo sviluppare le nostre capacità sensoriali, una collana in Turchese invece, per tenere vicino al proprio cuore l’amore. Il pianeta corrispondente del Turchese e’ Giove e nello zodiaco è associato al Sagittario.

Come pulirlo

Il Turchese come tutte le pietre preziose è sensibile al contatto con sostanze alcaline o profumi i quali potrebbero agire negativamente sul colore. Per pulirlo basta semplicemente passarlo sotto acqua corrente per una manciata di minuti.

N.B.:  Riguardo poi alle proprietà attribuite alla Turchese è bene evidenziare che non esistono riscontri scientifici al riguardo, e che le informazioni riportate relativamente alle proprietà della Turchese quale energia, forza, protezione etc., devono essere interpretate solo come puro riferimento storico ed informativo.

Viva il Turchese!

Baci preziosi / Katia

 1,657 visite

Related Posts

2 Commenti

Katia 23 Novembre 2018 - 10:14

Wow! Interessante.
Mara.

Reply
Katia 23 Novembre 2018 - 10:17

Grazie Mara!

Reply

Lascia un commento

In questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie Policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità / il contenuto contrassegnato come “% SERVICE_NAME%” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.