Home Pietre, perle e bijoux Conosciamo le Perle – Le star dei bijoux

Conosciamo le Perle – Le star dei bijoux

by Katia
Le Perle - un filo di perle rosa

Le Perle –

Le Perle sono componenti essenziali dei gioielli e dei bijoux. E’ quindi importante acquisire qualche conoscenza in più su questi splendidi doni della natura. Vedremo quindi come nascono, di quanti tipi e forme ne esistono, come sono classificate e come conservarle al meglio dopo averle indossate.

Nella mitologia greca la perla si pensava fosse la lacrima degli Dei caduta in terra, ai giorni nostri invece, e’ considerata come gioiello di naturale bellezza.

Il prodotto di un processo naturale

La Perla è una sfera lucida dai colori cangianti e dalla forma irregolare. A differenza di qualsiasi pietra preziosa, la Perla non viene estratta dalle viscere della terra. Arriva a noi, attraverso un processo naturale ed affascinante di creazione, direttamente dal mare o dai fiumi.

Esistono due tipologie di concepimento della Perla. Una avviene in maniera naturale e l’altra indotta dall’uomo. Il mezzo o la madre delle Perle è quasi sempre un mollusco o un’ostrica. Il processo di creazione, sia esso naturale o coltivato, è simile.

Perla bianca in un'ostrica semiaperta

Perla nell’ostrica

La nascita

Una Perla naturale nasce nel momento in cui un corpo estraneo, come un granello di sabbia, penetra all’interno dei tessuti molli di un’ostrica la quale per auto-difesa aziona un meccanismo particolare. Nel tentativo di espellere l’intruso l’ostrica comincia a spostarlo facendolo roteare e secernendo intorno, una secrezione cristallina e ricoprendolo poi di vari strati di madreperla. Questo processo può durare anni. Sino a quando il corpo estraneo resterà nella cavità palleale del mollusco, esso verrà completamente rivestito della sostanza madreperlacea, che darà vita poi a quel miracolo sferico ed affascinante che è la Perla.

Le Perle coltivate garantiscono lo stesso processo di creazione. La sola differenza è che l’arrivo dell’intruso che albergherà nel mollusco, non è accidentale ma indotto dall’uomo. La coltura delle perle può avvenire sia in acqua dolce o in mare. Le ostriche innestate sono quindi poste in gabbie e introdotte nel loro ambiente naturale dove produrranno delle magnifiche perle sotto l’attento controllo degli esperti. La durata dello sviluppo può variare da mesi o anni a seconda della categoria del mollusco. Soltanto il 20 % del raccolto può essere utilizzato.

Caratteristiche e tipi

Schema con misura delle perle

Misure delle perle

La coltura delle Perle determina un prodotto di alta qualità dalle forme variabili e dai colori cangianti. Esistono perle di dimensioni contenute fra 2 e 14mm e possono essere perfettamente sferiche o irregolari. Le perle coltivate in Giappone di colore tenue ed estremamente lucide, sono fra le più pregiate ed eleganti. Le caratteristiche che determinano il valore di una perla sono: la lucentezza, il colore, la forma e la dimensione. Esistono sul mercato una varietà infinita di perle. Quelle più apprezzate si suddividono in: sferiche, semisferiche, a bottone, a goccia, ovali, barocche e ad anello. In natura non esistono solo le perle bianche, che sono le più comuni, ma quelle più rare assumono colori tra il rosa, crema, grigio, e nero.

Tipi di Perle - classificazione per forma

Tipi di Perla in base alla forma

La valutazione delle perle avviene tramite una classificazione. La massima qualità, cioè senza difetti sul 95% della superficie e con un lustro molto alto, è identificata con classe AAA. Con l’85% della superficie senza difetto e con un alta qualità di lustro, vengono identificate quelle di classe AA+. Appartengono invece alla tipologia di classe AA, quelle con un lustro alto e con il 75% della superficie non difettata. La classe A+ rappresenta la categoria di perle con un lustro non elevato e con imperfezioni sulla superficie. Si identificano infine con classe A quelle perle con lustro basso e con più del 25% della superficie difettata.

Come pulirle

Le Perle rispetto alle pietre preziose, sono molto delicate perché’ costituite dalla Madreperla che è una sostanza organica piuttosto tenera. Averne cura, affinché’ restino inalterate nel tempo, è importante. I consigli che posso suggerire per custodirle sono semplici da adottare. I nemici primari delle Perle sono costituiti dagli acidi contenuti nei prodotti chimici che sono aggressivi per natura.

Si consiglia quindi di indossare le Perle dopo l’applicazione del profumo o deodorante ed evitare il contatto con saponi, creme e detersivi. Il sudore è un altro agente acido che rovina le Perle, per cui evitare di indossarle a lungo nelle giornate particolarmente calde ed afose. Ricordarsi di pulirle accuratamente dopo l’uso, con un panno morbido ed imbevuto leggermente di acqua, è opportuno strofinarle una ad una per rimuovere eventuali incrostazioni. Conservate con abitudine le perle in custodie di velluto o in appositi cofanetti. Per approfondire ulterirmente la conoscenza sulle le Perle leggi gli articoli del Blog.

Evviva le Perle!

Baci Preziosi / Katia

Articoli che Ti potrebbero interessare

2 Commenti

Avatar
Virna 16 Novembre 2018 - 13:17

Brava Katia. Articolo interessante! Ti seguiro’ via newsletter per ricevere i tuoi articoli con cadenza settimanale.
Virna.

Reply
Avatar
Katia 16 Novembre 2018 - 13:19

Ciao Virna. Grazie per aver letto il mio articolo. Si, attualmente la pubblicazione degli articoli e’ con cadenza settimanale. La Newsletter conterra’ tutti gli aggiornamenti.
Baci preziosi / Katia

Reply

Lascia un commento

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Puoi conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Accetta Piu' informazioni